Agenzia di comunicazione - Bari

Quante volte hai avuto, anche solo per un istante, la voglia di avviare un Blog Aziendale tutto tuo?
Quante volte hai letto i Blog della tua concorrenza e hai pensato che anche tu ne avresti bisogno?

E quante volte sei stato sul punto di avviare il tuo Blog e hai mollato solo perché non sapevi da dove partire e quali contenuti veicolare?
Il terrore da foglio bianco assale chiunque si avvicini alla scrittura.

A maggior ragione se non si ha un criterio ben preciso per stilare una lista di contenuti da veicolare e che siano realmente utili al tuo pubblico.
Infatti, scrivere un articolo del Blog non utile per il tuo potenziale cliente non serve minimamente alla tua azienda, in nessun modo.

Ma come si fa a capire quali siano i contenuti utili per il tuo potenziale cliente?
Cercherò, a tal proposito, di farti capire quali siano i contenuti di cui il tuo cliente ha bisogno.

Blog Aziendale: cos'è, come crearlo e cosa scrivere per aumentare le vendite

In generale, prima di aprire un Blog, bisogna capire se effettivamente il tuo potenziale cliente ne abbia realmente bisogno.
Come fai a capire se il tuo cliente ha bisogno di contenuti e un Blog per scegliere te?

Per prima cosa dovresti capire:

  • Di quali e quante informazioni ha bisogno il tuo potenziale cliente
  • Quali sono le fonti informative che consulta per reperire queste informazioni

Analizziamo punto per punto.

Come fare a capire quali sono le informazioni di cui il tuo potenziale cliente ha bisogno?
Possiamo capire cosa il nostro potenziale cliente cerca attivamente grazie a diversi tool. Uno di quelli che io utilizzo sempre quando effettuiamo delle analisi è Answer The Public.
Answer the Public ci permette, dopo aver digitato una parola chiave, di avere un elenco di parole chiave correlate.

Troverai tutte le possibili declinazioni con cui un termine viene cercato.
Per esempio, se vendi arredamenti potresti scoprire che i tuoi potenziali clienti cercano "come arredare la mia casa in stile vintage" oppure, se vendi cure dimagranti, "come perdere peso senza sforzi" o, ancora, se sei un istituto che eroga corsi di formazione per marketer, "come diventare marketing manager", eccetera.

Come vedi, grazie a questo strumento potresti ricavare una lista di contenuti da pubblicare nel tempo sul tuo Blog.
Da queste liste di suggerimenti potrai anche scoprire di quante e quali informazioni ha bisogno il tuo il cliente prima di acquistare.

Un altro metodo per capire cosa scrivere sul tuo Blog è quello di appuntarsi le domande che i potenziali clienti pongono maggiormente prima di acquistare dalla tua azienda. Sostanzialmente devi scrivere contenuti per formare ed informare il tuo potenziale cliente.

Altri contenuti che potresti inserire nel tuo Blog sono casi studio di successo.
Se hai già dei clienti con cui hai ottenuto risultati dimostrabili potresti creare degli articoli che diano prova della bontà e della validità del servizio che vende la tua azienda.
Per un paio di nostri clienti abbiamo creato degli articoli partendo dalle recensioni che l'azienda aveva ricevuto, arricchendole di altri particolari.

Ora, giustamente, ti starai chiedendo:

Una volta scelti i contenuti, scritti gli articoli e pubblicati nel Blog, come posso far in modo che i miei potenziali clienti li leggano?
In questo particolare punto della tua promozione dovresti capire quali sono le fonti informative dei tuoi potenziali clienti.

In particolare dovresti capire:

  • Quali social network utilizza con ALTA frequenza il tuo target
  • Quali sono le altre fonti informative che utilizzano per risolvere i propri problemi? I motori di ricerca potrebbero essere di aiuto in questa fase, ma non sempre potrebbe essere così, perché ci sono dei settori in cui il tuo potenziale cliente non effettua particolari ricerche (ciò non significa che i contenuti che tu stai producendo non possano interessare ai tuoi clienti)

Altra domanda interessante che mi viene posta è: "Ma una volta scritti gli articoli del Blog e una volta che il mio potenziale clienti li legge, come posso spingerlo ad acquistare il mio prodotto/servizio?"

Per dare risposta a questo quesito dobbiamo capire l'obiettivo principale di un Blog.
Il Blog deve servirti per dare risposte ai dubbi dei tuoi clienti ma, sopratutto, a connetterti con questi ultimi.

Come possiamo connetterci con i nostri potenziali clienti mediante un articolo del Blog?

Tracciando la visita tramite un codice di tracciamento installato sul tuo Blog (se non conosci i codici di tracciamento parlane con il tuo webmaster e chiedi delucidazioni, o metti un commento sotto all'articolo e saremo lieti di darti un piccolo aiutino).
Quello che devi sapere è che tramite questo codice tu puoi tracciare i visitatori del tuo Blog e puoi mostrare, solo a loro, annunci diretti all'acquisto del tuo servizio tramite, per esempio, Facebook Ads o Google AdWords. Puoi chiedere al tuo visitatore di iscriversi alla tua newsletter tramite la quale potresti comunicare direttamente inviando delle email.

Come vedi il lancio di un Blog non può essere ridotto al semplice "scrivo degli articoli interessanti".
Il Blog deve essere utile all'azienda e per esserlo deve assumere un ruolo all'interno della Strategia di Marketing.

Da ciò è chiaro che senza strategia non si va da nessuna parte, prima devi elaborare una strategia (studiando approfonditamente il processo d'acquisto dei clienti) e, solo in virtù di quest'ultima, puoi impostare, gestire ed ottimizzare un Blog aziendale.


Adesso hai le basi per creare il tuo Blog Aziendale orientato ad aumentare clienti e vendite.
Se hai bisogno di un aiuto o vuoi approfondire l'argomento non devi far altro che richiedere la tua consulenza gratuita cliccando sul tasto qui sotto

Richiedi la tua CONSULENZA GRATUITA

Se ti è stato d’aiuto questo articolo, condividilo sui social network cliccando uno dei tasti qui sotto.

Cerca nel sito

Richiedi ora la tua Consulenza Gratuita

Vuoi una Strategia di Marketing di successo?

Scarica il Report Gratuito
"Scopri i 5 errori che bloccano le tue vendite e la crescita della tua azienda"

Clicca qui

Ultime da Twitter