Oggi parliamo di Motori di Ricerca. Tutti noi conosciamo, quasi esclusivamente, il Motore di Ricerca più famoso ed utilizzato al mondo, Google. Oggi il mio intento sarà quello di mettere in discussione la sua reale importanza.

Molto probabilmente penserai che solo un pazzo possa mettere in discussione Google ma, alla fine dell’articolo, sono sicuro che cambierai idea, perché capirai che non sempre Google è il motore di ricerca da utilizzare.

Partiamo subito dicendo che per la ricerca esistono altri importanti motori di ricerca come Bing, Yahoo, Yandex (motore di ricerca russo) e Baidu (motore di ricerca cinese). Mi fermo qui perché potrei veramente indicarne tantissimi. Tra questi, però, quello che spicca per importanza sappiamo tutti essere Google; infatti si può dire che il 90% dei naviganti utilizza Google per le sue ricerche.

Scendendo più nello specifico, in Russia, il 60% dei naviganti usa il motore di Ricerca Yandex e i più giovani (circa il 30-35% dei naviganti) utilizzano Google. In Cina il 60% utilizza Baidu e Google è utilizzato solo dall’1% di utenti (fonte: www.michelebraccini.it).

Non faccio l’analisi paese per paese per non annoiarti ma, se intendi investire all’estero, bisogna tenere in considerazione fortemente i dati sull’utilizzo dei motori di ricerca.

Proseguendo la nostra analisi dobbiamo doverosamente prendere in considerazione diversi settori di riferimento come VIAGGI, NEWS, FOOD, LOCAL SEARCH e ACQUISTI.

SETTORE VIAGGI

Analizzando il settore dei viaggi scopriamo che le ricerche online per trovare l’albergo desiderato avvengono non solo tramite Google ma, anche, tramite portali che fungono in maniera esaustiva da motori di ricerca come booking.com, tripadvisor.com, airbnb.com e tutti quei portali che mostrano risultati pertinenti alle richieste di chi li visita.

Immagina di voler effettuare un viaggio di lavoro, quale potrebbe essere il processo d’acquisto?
Potresti cercare su Booking un alloggio a Roma, selezionarne alcuni, leggere le recensioni, cercare il nome dell’hotel su Google e prenotare direttamente alla struttura.
Oppure potresti cercare e prenotare direttamente su Booking o, ancora, se vuoi effettuare una ricerca più approfondita potresti incrociare i dati di booking con quelli di TripAdvisor.
Pensa a Trivago che si definisce “Il Motore di ricerca Hotel più grande del Mondo”.

Insomma, siti come Booking o Tripadvisor non sono semplicemente portali ma sono diventati anche Motori di Ricerca per il settore viaggi.
Quanti titolari di strutture ricettive sognano di scalare la classifica su uno di questi portali? Tutti.
Così come tutti vorrebbero essere i primi su Google.

Quindi, in  questo caso, l’importanza di Google è pari a quella di questi portali che fungono da veri e propri Motori di Ricerca.

SETTORE FOOD

Per quanto riguarda il FOOD si può fare lo stesso identico discorso per Tripadvisor. Essere presenti nelle prime posizioni tra i ristoranti della città di riferimento è fondamentale perché Tripadvisor influenza per l’80% i clienti che cercano un ristorante.
Lo so che TripAdvisor ha politiche non condivisibili e, anzi, sono d'accordo con i ristoratori che spesso vedono spuntare recensioni scritte da clienti che non sono mai realmente entrati nel proprio ristorante, ma questo non vuol dire che non si deve cercare di avere sempre ottime recensioni da chi realmente visita la struttura e, magari, scalare la classifica della propria città.

Quando parliamo di ristoranti, inoltre, parliamo anche di Local Search.
La local search è quella ricerca che effettuiamo quando vogliamo trovare un’attività locale o un punto vicino alla nostra posizione. Google sicuramente è molto ben attrezzato in questo campo, grazie anche alle schede My Business, ma si stanno facendo avanti altri portali di fama mondiale, come Facebook, che si stanno attrezzando per offrire un servizio di ricerca locale di pari valore o, forse, di valore superiore.

Infatti, basta andare a questo link e visualizzare la local search di Facebook lanciata poco tempo fa. Ti basta cercare una professione o una tipologia di attività commerciale che verrà fuori una lista di risultati pertinenti. Non è ancora esaustiva ma per il futuro sembra proprio che Facebook stia lanciando la sfida a Big G sulla local search.

SETTORE NEWS

Nel campo dell’informazione è ormai affermato il social network Twitter, utilizzato dagli iscritti come motore di ricerca per le news.
Infatti, Twitter nasce come Micro-blogging: notizie in 140 caratteri, e basta aprire il motore di ricerca interno per scoprire tutte le ultime news e informazioni. Grazie all’utilizzo smisurato degli #hashtag si può seguire una discussione inerente un determinato argomento. Le notizie su Twitter viaggiano in real time, spesso molto più velocemente di Google News.

SETTORE ACQUISTI

Infine, parliamo di E-commerce e vendita online.
Chi ha un E-commerce deve scontrarsi con la dura realtà. Amazon non è più solo un marketplace ma un vero e proprio Motore di Ricerca. Amazon vende ormai di tutto e molti dei suoi clienti non effettuano neanche una ricerca su Google quando devono acquistare ma ricercano direttamente su Amazon l’oggetto desiderato e, dopo qualche istante, effettuano l’acquisto, godendo di tutti i servizi offerti dalla piattaforma.

In pratica Amazon è riuscito, parzialmente, nell’intento di scavalcare i grandi motori di ricerca per la vendita online.

Siamo giunti alla fine. Ora voglio porti una domanda.

Sei ancora convinto che Google sia l’unico Motore di Ricerca utile al tuo Business?

Hai capito che, in base al tuo settore, devi capire dove i tuoi potenziali clienti effettuano le loro ricerche di informazioni?


La nostra Agenzia di Comunicazione può aiutarti a capire su quali strumenti investire per far avere ai tuoi prodotti o servizi la giusta visibilità

Scrivici una mail

Cerca nel sito

Ultime da Twitter

Scrivici una mail

I campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori *

Acconsento al trattamento dei dati nel rispetto documento della Privacy