Spesso e volentieri si sente parlare in ambito turistico di destagionalizzazione. Il problema è che molti si riempiono la bocca con questo termine affascinante ma poche strutture lavorano efficacemente in questa direzione.

Cosa comporta non attuare una strategia di destagionalizzazione efficace?

In primis comporta stanze vuote nei periodi di bassa stagione.
Avere stanze vuote in questi periodi significa, a volte, non riuscire a coprire neanche le spese fisse con gli introiti del periodo di riferimento.
Inoltre, destagionalizzare significa anche non essere perennemente schiavi dei portali di prenotazione come Booking, Expedia, ecc...

Come sfruttare il marketing strategico per destagionalizzare con efficacia

Per destagionalizzare serve innanzitutto analizzare i dati dei flussi turistici e analizzare i dati degli ospiti della propria struttura turistica. Analizzando i dati si possono scoprire diverse cose.

Per esempio, si potrebbe scoprire che i turisti stranieri visitano le nostre città solo in determinati periodi dell’anno (ad esempio Ottobre, Novembre) o che gli italiani amano effettuare viaggi brevi (massimo 3/4 giorni) e che gli stranieri amano quelli più lunghi (5/6 giorni) o, ancora, potremmo scoprire che nel periodo estivo nella nostra città è alta la presenza di ragazzi under 25 mentre nei mesi di Maggio e Ottobre abbiamo la presenza di turisti più grandi (over 40).

Tutti questi dati sono di fondamentale importanza per impostare la tua strategia di destagionalizzazione.
Infatti, conoscendo quelle che sono le abitudini dei tuoi clienti potresti sia rivendere le tue stanze in altri periodi dell'anno agli stessi clienti sia attirarne di nuovi (simili ai tuoi vecchi clienti) nei periodi di alta stagione.

Inoltre, per destagionalizzare abbattendo anche al massimo le spese su prenotazioni dai vari booking online (Booking, Expedia) devi puntare a lavorare sui vecchi clienti acquisiti.

Come?
Semplice, continuando a comunicare con loro anche dopo il soggiorno nella tua struttura.

Infatti, l’errore più grosso che commettono quasi tutti gli imprenditori è dimenticare di continuare a rivendere gli stessi servizi ai clienti che hanno già acquistato almeno una volta. Di solito l’obiettivo degli imprenditori è solo quello di acquisire sempre nuovi clienti.

In realtà, è molto più semplice rivendere gli stessi servizi a clienti che hanno già acquistato in passato.
Per farti capire l’importanza di questo concetto ti spiego quello che potrebbe essere il processo d’acquisto di un possibile tuo cliente.

Partiamo dal presupposto che il tuo potenziale cliente abbia deciso di venire in vacanza nella tua città. Adesso ha bisogno di un B&B o un Hotel in cui alloggiare.
Molto probabilmente effettuerà delle ricerche su Google o su motori di ricerca verticale come Booking.
Su Google potrebbe trovare un tuo annuncio pubblicitario a pagamento oppure (raramente) un risultato organico gratuito (posizionamento SEO).
Su Booking (o su un altro portale verticale come, per esempio, Expedia) effettua una ricerca e trova la tua struttura tra quelle consigliate dal portale.
Una volta effettuata questa ricerca e dopo aver preso visione della tua struttura andrà in giro per il web (Facebook, Booking, Tripadvisor) alla ricerca di recensioni della tua struttura rilasciate dai tuoi vecchi clienti.
Una volta rassicuratosi dell’affidabilità, cercherà il nome della tua struttura su Google o su un motore di ricerca verticale ed effettuerà la prenotazione.

In tutto questo processo che ti ho appena spiegato c’è un passaggio importante: sia se prenoti dal tuo sito, sia che prenoti da uno dei portali verticali, questa prenotazione comporta un esborso di denaro; il potenziale cliente potrebbe aver cliccato su annunci pubblicitari prima di prenotare sul tuo sito o potrebbe aver prenotato su Booking, in qualsiasi di questi due casi la prenotazione comporta un investimento di denaro.

Nel momento in cui il nostro cliente ha prenotato e ci ha lasciato i suoi dati noi, dopo il primo soggiorno, possiamo continuare a comunicare costantemente per proporre offerte speciali, pacchetti promozionali o sconti legati a particolari eventi.
In questo modo possiamo puntare a rivendere gli stessi servizi più volte nel tempo agli stessi clienti.

Potremmo, per esempio, inviare una mail di auguri in occasione del compleanno del cliente con uno sconto dedicato e scadenza a tempo: "Auguri per il tuo compleanno, abbiamo pensato ad un bellissimo regalo per te: se prenoti entro il 30 Gennaio nella nostra struttura riceverai uno sconto del 20% e in regalo uno squisito aperitivo di benvenuto."

Potremmo inviare una mail prima del periodo natalizio comunicando quelle che sono le promozioni della nostra struttura per quel periodo (allo stesso modo per altre festività simili).

Potremmo creare dei pacchetti ad hoc per le coppie (pacchetto benessere: pernottamento + percorso benessere di coppia).

Potremmo proporre itinerari enogastronomici da tenersi in periodi di bassa stagione.

Insomma, possiamo realmente sbizzarrirci come meglio vogliamo.

Ti sarai reso conto che tutte queste tecniche di destagionalizzazione sono praticamente a costo zero, perché una volta acquisiti i dati dei tuoi clienti potrai continuare a comunicare con loro per un lungo periodo.

Immagina di cominciare ad avere prenotazioni anche nei periodi invernali, per giunta senza spendere neanche un centesimo sui portali come Booking, Expedia, ecc.

Immagina di destagionalizzare in maniera efficace ed economica.

Ecco perché quando si parla di destagionalizzazione bisogna essere pratici e concreti, altrimenti si rischia di commettere l’errore che commettono un po' tutti gli imprenditori del turismo, quello di avere l’illusione di lavorare per destagionalizzare!

BONUS PER LE AMMINISTRAZIONI COMUNALI

Di solito si spendono tanti soldi (milioni di euro) nelle opere pubbliche delle città turistiche. Tutte iniziative molto positive perché si aiuta la città a crescere. Il problema è che si effettuano questi investimenti a discapito di altri altrettanto (o forse più) importanti.

L’unica cosa che, però, non trovo quasi mai in nessuna delle città turistiche è una linea wireless che copra tutto il territorio comunale.
Ora mi dirai: e cosa c’entra con la destagionalizzazione la linea wireless comunale?

Te lo spiego subito. Con una linea wireless comunale puoi richiedere dei dati in cambio del servizio, dati che poi possono servire per contattare e restare in contatto con i turisti.
Ti faccio un piccolo esempio: metti il caso che arrivi un turista all’interno della tua città e che noti la linea wireless comunale gratuita.
Il turista, come ogni comune mortale che possiede uno smartphone di ultima generazione, sarà molto predisposto ad utilizzare la linea wireless comunale gratuita. Questa situazione una amministrazione comunale che tiene al turismo e allo sviluppo del proprio paese dovrebbe sfruttarla a proprio vantaggio.
Come? Chiedendo dei dati in cambio del servizio. I dati potrebbero essere, per esempio: Nome e Cognome, email e città di provenienza.

In questo modo si riuscirebbero ad ottenere dei dati importantissimi sui flussi turistici e in più l’amministrazione comunale riuscirebbe a stabilire un contatto duraturo con i turisti che amano quella determinata metà turistica. In questo modo si potrebbero inviare comunicazioni su eventi o promozioni durante tutto l’anno, il tutto gratuitamente.

Se una amministrazione riuscisse a strutturare un sistema del genere, destagionalizzare sarebbe un gioco da ragazzi.

Immagina un turista che viene in città nel mese d’Agosto a cui puoi inviare aggiornamenti su tutti gli eventi che si terranno sul territorio anche nel periodo autunnale o invernale, con la possibilità di farlo ritornare, magari anche in compagnia di qualche amico.

Ora, difficilmente questo articolo sarà letto da un amministratore comunale, ma tu, imprenditore del settore turistico, potresti stampare questo articolo e farlo leggere all’assessore al tuo paese per proporre una soluzione concreta al problema della destagionalizzazione.

Con questo è tutto. Sono sicuro che farai tesoro delle informazioni che ho voluto condividere con te!

Se vuoi continuare a ricevere informazioni sulle strategie di marketing utili alla crescita della tua azienda, lascia i tuoi dati qui sotto e riceverai informazioni che ti saranno di vitale importanza.

Iscriviti alla nostra newsletter inserendo i tuoi dati nel modulo qui sotto.

Come bonus per ringraziarti dell'iscrizione riceverai il nostro eBook "I 5 errori che bloccano le tue vendite e la crescita della tua azienda."

Non ti invieremo spam o email commerciali , ma solo contenuti utili alla crescita della tua azienda e del tuo marketing.

Cerca nel sito

Ultime da Twitter

Scrivici una mail

I campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori *

Acconsento al trattamento dei dati nel rispetto documento della Privacy